La Torre spagnola di Antigori (Turri de Mesu)

La Torre di Antigori, conosciuta anche come Turri de Mesu, un tempo svettava nel litorale oggi occupato dal polo petrolchimico ed era parte integrante del complesso di Torri aragonesi (XVI - XVII sec.) a difesa del territorio sarrocchese, che comprendeva anche la suggestiva Torre del Diavolo e la Torre Zavorra, abbattuta dal Genio Militare militare nel 1916.
Il litorale di Tuerra con, sullo sfondo, la Torre di Antigori.
Fu voluta dalla Corona di Spagna come parte del complesso di strutture fortificate che dall'alto medioevo sino alla metà del diciannovesimo secolo hanno costituito il sistema difensivo, di avvistamento e di comunicazione della fascia costiera dell'isola.
I lavori di costruzione della Torre iniziarono nel 1578 e terminarono nel 1590. Fu costruita nel punto che oggi è esattamente al centro della fascia costiera tra i due pontili della Raffineria.
La Torre ai primi del 900. Fonte: Massimo Rassu, Guida alle Torri e Forti Costieri della Sardegna
Come dimostrato dalle fotografie pubblicate, negli anni cinquanta del 900 la struttura era già in pessime condizioni e finì di crollare pochi anni dopo, probabilmente intorno al 1955/56. Dopo l'ultimo crollo, rimase in piedi solo il basamento alto circa un metro e mezzo, con attorno il materiale di caduta.
Giovani sui ruderi della Torre nei primi anni cinquanta. Il giovane a braccia alzate sulla destra è Alberto Pinna (classe 1914).
Non conosciamo oggi con certezza lo stato dell'arte del monumento dopo i lavori del Polo industriale che hanno completamente cambiato l'assetto della costa di Foxi, Tuerra e Antigori.

A poca distanza dalla Torre, nel tratto di costa che divide Antigori dalla Villa d'Orri, nel 1785 fu costruita anche una postazione antisbarco chiamata "Fortelezza Nuova" o "Batteria Rasante di Orri". Tale costruzione diventò poi parte integrante dei fabbricati costruiti dai pescatori.

FONTI
- Massimo Rassu, Guida alle torri e forti costieri della Sardegna, Artigianarte, 2000.
- Testimonianze indirette: Erio Pinna.

Commenti

Post popolari in questo blog

La storia della famiglia Siotto a Sarroch

La Villa d'Orri: storia e caratteristiche dell'unica villa reale in Sardegna

S'Antiga Buttega de Sarroccu

La leggenda di Genniauri

Is Animeddas & Su Mortu Mortu: la festa dei morti in Sardegna e ciò che resta della tradizione a Sarroch