Cartografie storiche di Sardegna dal 1554 alla fine del XVIII secolo

Pubblichiamo le mappe dell'isola di Sardegna nelle quali, fin dal XVI secolo, troviamo indicato il toponimo di Sarroch.
È di grande interesse evidenziare che, nonostante nel cinquecento l'abitato di Sarroch fosse considerato "spopolato" dal Fara, il nome era comunque ben presente nelle mappe dell'epoca. Ciò potrebbe essere spiegato dal fatto che il ricordo dell'antico Villaggio del 1300 era ancora forte nel territorio, tanto da resistere nel tempo fino alla rifondazione dello stesso a cavallo del 1700.
Proseguendo cronologicamente nell'analisi delle cartografie, troviamo anche altri toponimi rimasti fino ai giorni nostri: Antigori, Portu Muvoni, Punta Zavorra, Porto Columbu e Perd'e Sali.
Mappa di Mathias Quad del 1592.

Mappa di Mercator Gerardus (Gerardo Kremer) del 1554.

Mappa di Willem Blaeu del 1640.

Mappa di Joannes Blaeu del 1662.

Mappa di Pieter Van der Aa di fine XVII secolo.

Mappa di Johann Christoph Weigel di fine XVII.

Mappa di Jean Baptiste Nolin del 1700.

Mappa di Sansos N. Covens J. - Mortier del 1730.

Mappa di Matteus Seutter del 1730. 

Mappa di Giovambattista Albrizzi del 1740.

Mappa di P. Santini del 1740.

Mappa di Antonio Zatta del 1780.

Mappa di Friderich Le Bret del 1785.

Mappa di Giovanni Maria Cassini del 1792.

Mappa di Franz Johann Joseph Von Reilly di fine XVIII secolo.
 

Post popolari in questo blog

La storia della famiglia Siotto a Sarroch

La Villa d'Orri: storia e caratteristiche dell'unica villa reale in Sardegna

S'Antiga Buttega de Sarroccu

Is Animeddas & Su Mortu Mortu: la festa dei morti in Sardegna e ciò che resta della tradizione a Sarroch

La leggenda di Genniauri